sabato 23 giugno 2012

LE RICETTE DI RURU' - "LU PIPITINCHIU"


Piatto tipicamente estivo, “potage di verdure” in alcuni paesi, ci sembrava eccessivo chiamarlo in questo modo. Abbiamo preferito dargli il suo antico nome originale racalmutese.


Ingredienti:

Peperoni
Melanzane
Patate
Cipolle
Passata di pomodoro
Basilico
Olio extravergine di oliva
Pepe
Sale


Mettere in un tegame dell'olio extravergine di oliva,  aggiungere la cipolla affettata, le patate e le melamzane  a tocchetti, i peperoni tagliati a listerelle e soffriggere a fuoco medio mescolando di tanto in tanto. Aggiungere la passata di pomodoro, l'acqua, il sale, il pepe e terminare la cottura a fuoco lento per circa mezz'ora. Il “pipitinchiu” non deve risultare nè troppo liquido nè troppo denso. Prima di spegnere il fuoco aggiungere le foglie di basilico.


E........BUON APPETITO DA RURU'



Stampa il post

7 commenti:

  1. A me risulta che il piatto descritto si chiami "pipi a pitaggieddru(pitaggeddu in Mortillaro-pitaggiu in Biundi)"

    RispondiElimina
  2. Gentile Ettore,
    è vero, si chiama anche come dice. Ma in passato, in alcune zone del paese, veniva chiamato "pipitinchiu".
    Accettiamo entrambi i nomi che descrivono lo stesso piatto e ringraziamo per la segnalazione.
    Un affettuoso saluto
    Rurù

    RispondiElimina
  3. Interessante, ho imparato due nuovi nomi che, non conoscevo per chiamare questo antico piatto della nostra cucina. Io pensavo si chiamasse semplicemente “pipirunata”, ricordo che mia madre la preparava esclusivamente con peperoni verdi. Non ricordo, se esistevano nel nostro paese quelli rossi e gialli quando ero bambino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ricetta proposta da Ruru si discosta un pò da quella descritta da L. Sciascia in "Occhio di capra" alla voce "Pitaggiu", per la presenza delle melanzane, ma la modalità di cottura è la stessa. Nella "pipirunata" cambia la modalità di cottura.

      Elimina
    2. Grazie, Ettore per le tue preziose precisazioni. Quando e se vorrai inviare qualche tua ricetta, saremo ben lieti di pubblicarla.
      Un abbraccio
      Ruru"

      Elimina
  4. oppure, come dice mia madre, "pipi a stufatieddru", utilizzando però la padella e non il tegame

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ettore Liotta2 luglio 2012 18:25

      C'è anche l'espressione "babbaluci a stufatieddru"

      Elimina