domenica 5 agosto 2012

UN DISCORSO UNIVOCO

venerdì 3 agosto 2012, Sergio Scimè, nel post

La chiave, con i nomi, per aprire le porte di Racalmuto

Pubblica:

DOMANDINA: come può decidere il Popolo Sovrano in questi anni di commissariamento? Si propone un referendum per ogni cosa?
Oggi a decidere sono i commissari che sono lo STATO a Racalmuto. Lo  Stato esercita (dice Wikipedia) il Potere Sovrano. I commissari non arrivano dalle nuvole.

                                                             -------------------

sabato 4 agosto 2012, Sergio Scimè,  nel post

Comitato cittadino "ARTICOLO 1" Racalmuto

Pubblica:

"L'Italia è una
 Repubblica             Art.1
 democratica,
 fondata sul lavoro.
 La sovranità
 appartiene al popolo,
 che la esercita nelle
 forme e nei limiti
 della Costituzione."

 Ho perso il filo....

 Racalmutese Fiero
Stampa il post

21 commenti:

  1. a Racalmuto accadono davvero stranezze che di certo altrove è difficile constatare; qualcuno, non si sa chi,tenta di concretizzare un'iniziativa democratica a quanto pare di aggregazione popolare per un fruttuoso interloquire
    con i commissari, però come si suol dire "ietta la rocca e s'arritira la mani". Scimè la diffonde tramite il suo blog ora pure castrum racalmuto, cioè in pratica voi sapete chi si cela dietro quest'iniziativa e non dite nulla alla gente,e perchè diffondete la notizia, che interessi ci sono dietro e soprattutto perchè i promotori o il promotore non si firmano? in attesa della loro pubblica presentazione anch'io mi riservo di firmarmi, ma non faccio iniziative pubbliche altrimenti sarebbe poco serio promuovere e non firmarmi, tranne che non fossi davvero presentabile alla gente,in quel caso tutto il mio ragionamento s'azzererebbe. GRAZIE.

    RispondiElimina
  2. dimenticavo,un commento simile l'avevo scritto per il blog regalpetra libera; non essendo offensivo, non ledendo l'immagine di cose o persone, anche perchè non si sa chi promuove, quel blogger che si vanta d'essere colui il quale dice sempre la verità e decanta troppo i suoi principi per le libertà, inspiegabilmente me l'ha censurato alla faccia della libertà. certamente il taglio di questo blog è nettamente diverso, di un livello superiore palese a chiunque e sono certo che questo amministratore non ricorrerà alla censura sol perchè pungentemente recrimino il diritto di conoscere il promotore di questa iniziativa per le ovvie ragioni di ognuno di scegliere liberamente se partecipare o meno. GRAZIE nuovamente.

    RispondiElimina
  3. Angelo Cutaia5 agosto 2012 01:40

    nelle forme e nei limiti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La lingua serve per assaporare i gusti!!!

      Elimina
  4. Ti aiuto a trovare il filo: innanzitutto il comitato è l'espressione di più persone, ma se leggi attentamente il testo dell'art.1 trovi la via d'uscita. "La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e NEI LIMITI DELLA COSTITUZIONE". Il commissariamento straordinario è per legge un limite alla sovranità popolare, limite voluto dal popolo stesso per liberare le istituzioni da rappresentanti del popolo stesso che agiscono non rispettando le regole dello Stato. Anche la libertà personale è inviolabile ma se commetti un reato vai in carcere. La legge è sempre una limitazione del nostro agire incondizionato, ma è l'unico modo per garantire la convivenza civile nel rispetto della dignità di ciascuno.
    Swegio Scimè

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Sergio e caro Angelo Cutaia,
      Il commissariamento rappresenterebbe un limite, a vostro dire, di libera espressione del popolo sovrano, che può solamente esprimersi, a detta dell'ing Cutaia, nelle forme e nei limiti. Articolo 1, in questo caso, non troverebbe libera attuazione in quanto limitato dal commissariamento e quindi, non troverebbe attuale motivo di esistenza. Il popolo, sovrano e non, vorrebbe conoscere i promotori dell'iniziativa, che avrebbe motivo reale se fosse "consulta propositiva interlocutrice con i commissari" e non progetto di attuazione della sovranità del popolo.
      Salvatore Alfano

      Elimina
    2. Caro Salvatore, l'art. 1 prevede delle misure a salvaguardia dei principi costituzionali e della stessa sovranità popolare. Se il popolo, per errore o per ricatto, elegge dei mascalzoni lo Stato interviene a tutela. Gli amministratori devono governare nelle forme e nei limiti della legge. Bellu è cu arriva cumanna senza liggi. Il nostro è uno Stato di diritto, non di fantasia.

      Elimina
    3. Condivido con l'idea di una consulta propositiva interlocutrice con i commissari (dobbiamo capire che il commissariamento non è a vita e solo per 18 mesi) nessuno può parlare in nome del popolo sovrano, nemmeno gli eletti (consiglieri, sindaco, assessori, ministri ecc.) rappresentano universalmente il popolo, ma sono sempre rappresentanti di una parte. Io, per esempio, non mi sento per nulla rappresentato da molti politici che governano la Sicilia e l'Italia. Meglio onesti commissari che politici corrotti.

      Elimina
    4. Io non sono in contrasto con l'articolo 1 della Costituzione, anzi! Sono in contrasto con quanto affermi, il giorno prima, sul potere dello stato. Qualunque espressione di potere, sia normale amministrazione o commissari amento, deve operare sempre in nome del Popolo Sovrano. Il popolo, in questi mesi, puo' decidere avanzando proposte e agendo nel rispetto delle regole, rendersi fautore di iniziative atte a preparare il futuro cammino verso la rinascita' e la legalita'. Assistiamo, purtroppo, in questo periodo, ad atteggiamenti condizionati dalla presenza dei commissari, nei giorni di loro presenza e ad altri comportamenti liberi da ogni regola, nei giorni di loro assenza. Impariamo, tutti, a vivere secondo le regole

      Elimina
    5. PRIMO ANONIMO. Alfano, concordo con lei, qualsiasi governo anche commissariale deve agire in nome e per conto del popolo sovrano e certamente i commissari agiscono in questo senso. Non mi pare il caso di disquisire sulle varie interpretazioni dell'art.1, finiremmo, e così è se rileggete alcuni commenti sopra, per asserire bestialità perchè distorta è di fondo il concetto di sovranità in relazione al quale vi è una vasta letteratura giuridica che rischierebbe d'essere clamorosamente beffata e irrisa dal taglio di alcuni commenti; è come se si parlasse di Sciascia senza neanche avere letto un solo libro. Alfano, noterà che l'intuito mio e di molti nell'avere "annusato" in questo costruendo comitato un qualcosa che voglia avere a che fare con una consulta propositiva interlocutrice e magari con il farsi avanti di qualcuno nel rappresentare il comitato stesso, non è intuito così infondato visto che qui Scimè ne conferma la sua condivisione e gradimento, cosa che lei mi permetta Alfano non ha intuito,ma non è un torto o un suo limite, anzi, è ottima interpretazione del'art.1 che evidentemente non ha il promotorE /promotorI del comitato stesso; pur condividendone le finalità, Scimè, stranamente non chiede di sapere chi vi si cela dietro nella promozione del comitato; chiaramente sa, conosce e non parla,, ma se fosse stato qualcuno a lui sconosciuto avrebbe usato termini, cosi' adoperati esageratamente nel suo blog, come fare omertoso o simili. si ribadisce nuovamente il diritto a conoscere chi avanza iniziative usando il nome di un'articolo della costituzione e che si spera sia per una concreta attuazione di quell'idea lanciata dal ministro dell'aggregazione per proporre progetti e interloquire con i commissari; fuori i nomi,c'è sempre la possibilità d'imbattersi in chi non si gradisce essere rappresentati, anche ciò fa parte del principiò di libertà individuale. GRAZIE- PRIMO ANONIMO.

      Elimina
  5. Gentile Racalmutese Fiero, Qualcuno sta indicando la Luna, Lei vede solo il dito? Per favore ci parli della Luna e non si perda in contraddittori sterili con personaggi di nessun livello. Grazie

    RispondiElimina
  6. Gentile Racalmutese Fiero, continua a parlare con il niente, ribadisco ci parli della Luna. Anonimo delle 09,41

    RispondiElimina
  7. Signor Racalmutese Fiero,una volta per sempre indica da che parte sta?le interessa il miglioramento del paese? ho vuole che il paese rimane sempre sopportare le angherie dei politici locali, cè una possibilita ON LINE da costituire un comitato cittadino è un primo del paese."Visto che il suo amico IGNAZIO SCIME non riesce a costituirlo sie deciso di farlo on line.

    RispondiElimina
  8. Gentile anonimo, cercare a tutti i costi un interesse da parte del sottoscritto, rappresenta accanimento. L'art 1 parte col piede sbagliato in quanto non definisce un programma dettagliato condivisibile e, soprattutto, non elenca i rappresentanti. Io sto con chiunque stilera' un valido programma, sara' capace di portarlo avanti e contribuira' sensibilmente alla rinascita del paese. Ignazio Scime', mio amico, si innalza oltre la mera ricerca dell'interesse personale e mai avrebbe condotto un disegno politico in questi termini come quelli dell'art 1. Lei e' sicuro che Ignazio avesse volonta' di costituire una consulta cittadina?
    Saluti
    Racalmutese Fiero

    RispondiElimina
  9. Carissimi anonimi più leggo i vostri sofferenti messaggi e più si rafforza la mia idea sull'amico Sergio Scimè la persona giusta per fare il sindaco di Racalmuto, nessuno riesce a controbattere le sue posizioni che io condivido. Io sono con lui dal primo momento per la sua onestà, sincerità ed umiltà. Il vostro atteggiamento è una persecuzione alla persona.

    RispondiElimina
  10. PRIMO ANONIMO. Gentile e cordiale Castrum, ne ribadisco la mia condivisione anche in seguito al suo ultimo intervento.Concordo, dagli scritti di Ignazio Scimè non pare scorgere d'avere mire di chissà che genere se non la semplice espressione delle sue idee, tra l'altro molto condivise e di pregio valoroso che cozzano con la proposizione di un comitato o consulta cittadina come dirsi si voglia; nella remota ipotesi di un suo ruolo attivo nella proposizione, avrebbe come prima cosa, certamente, firmato il documento. Qui siamo dinanzi un'anomalia tutta racalmutese e credo che Castrum me ne dia atto.Che senso ha promuovere un comitato, farlo pubblicare nei blog locali, invitare la gente a parteciparvi e non sapere chi è colui il quale propone. C'è il sentore di un qualcosa di maleodorante; di gente che invece di pensare realmente a proporre, tenta in tutti i modo di crearsi uno spazio sulle ceneri di un paese distrutto per fare politica e che indubbiamente ha mire espansionistiche PERSONALI verso la stanza dei bottoni. Questo blog di eccellente levatura morale specie per obiettività e imparzialità, a differenza di altro blog, saprà svelarne i veri registi di un progetto che sa molto di personalismo e poco di interessi collettivi.Gli interventi di Sergio Scimè che divaga pur di non dire i nomi dei promotori, testimoniano la fondatezza dei molteplici sentori riguardo al comitato costruendo in questione; che sia proprio lui uno dei promotori? PRIMO ANONIMO. grazie per lo spazio dedicato all'opinione della gente comune.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se lei legge bene "su blog RACALMUTOART1"a presto sara pubblicato un modello per tutti per chi vuole aderire in modo democratico e civile,quindi siamo tutti invitati a partecipare a costituire questo comitato "ANONIMO"

      Elimina
  11. Siete talmente presi da questo mondo virtuale (il web), da risultare a volte insensibili a quello che succede nel paese vero.
    L'ideatore del Comitato art. 1 non si nasconde affatto; anzi è da qualche settimana che interloquisce con la gente, chiedendo opinioni, consigli e raccogliendo, già, adesioni.
    Questa è la dimostrazione della distanza che c'è tra tra il mondo virtuale e quello reale.
    Mi avrebbe fatto piacere che sui blog si fosse potuto discutere su come contribuire al miglioramento del Comitato stesso, valutando il merito dell'iniziativa e non chi la porta avanti. ( La disinformazione e il pregiudizio, sono l'anticamera della menzogna)
    Il popolo quello "vero" è sicuramente diverso da tutti i ben pensanti che frequentano i vari blog, e molto meno la gente comune)
    Forse non è del tutto vero quel luogo comune secondo cui, ogni società esprime, sempre, la clesse dirigente e gli intellettuali che si merita.
    E ritengo non sia vero, per entrambe le categorie, in eccesso e in difetto.
    Comitato Fra Diego La Matina

    RispondiElimina
  12. l'arcano è SVELATO. si tratta di comitato ANONIMO. faccia lei, castrum Racalmuto, le sue intelligenti valutazioni intime, non necessariamente con intervento pubblico. s'invita la gente ad aderire e poi quelle iniziative di sicuro se le intesteranno i presunti furbi di turno o per S....' SINDACO o G.......O SINDACO. una vergognosa bufala che la si legge benissimo meglio di chi l'ha scritta e partorita.

    RispondiElimina
  13. va ammirata l'idea di un comitato che affronta le problematiche della gente sono meravigliato che questo blog non prenda posizioni ne a favore ne contrarie dopo che ha sempre scritto di fare proposte, tutti si tirano indietro quando c'è da lavorare, tipico costume di alcuni racalmutesi noti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma finiscila,lo abbiamo capito che sei in fermento. L'incarico che hai ricevuto svogilo sul tuo blog. Questo è un blog serio.

      Elimina