lunedì 13 agosto 2012

A PROPOSITO DELLE FONTANE

In questi giorni, sul web, è circolata la notizia che alcuni ragazzi, armati di scope e badili, oltre una dose di buona volontà e amore per Racalmuto, abbiano iniziato a pulire le fontane del paese. La prima ad aver ricevuto le attenzioni di questi giovani, è stata la "novi cannola" di piazza Fontana. Una iniziativa encomiabile, rimbalzata su alcuni siti, tanto da catturare, nell'impeto dell'entusiasmo, l'adesione di molti, per la pulizia del Raffo, il 20 prossimo. Lo slogan diceva così (o quasi): "quello che non fate voi, lo facciamo noi", rivolto, probabilmente, a chi amministra il paese e a quanti, secondo i giovani volenterosi, non aderiscono a queste iniziative, limitandosi a scrivere, parlare e, quindi, parole e pochi fatti. Nessuno si è adoperato - e di questo ne siamo certi - suggerendo ai ragazzi in questione che le Fontane, come tutti i monumenti che insistono sul territorio racalmutese, sono proprietà del comune  e che pulire, sistemare, operare una seppur piccola manutenzione,  sono competenze degli  uffici preposti.  In questo caso, per evitare di incorrere in sanzioni e per attenersi a quelle regole che tutti vogliamo per il paese, occorrerebbe chiedere una autorizzazione in comune. Solo così è possibile, legalmente e in piena sicurezza, offrire un contributo a Racalmuto nel rispetto delle regole. 

Racalmutese Fiero
Stampa il post

43 commenti:

  1. Legalità? Sicurezza? Regole? Bene comune? Autorizzazioni? Sanzioni? Qui chi grida di più ha ragione! Molti anni orsono, racalmutese fiero che vivi fuori e poco conosci della quotidianeità di questa terra e del fare della gente che la abita, qualcuno scese in strada, chiudendo una buca. Nnì cunzumammu! Seguirono 20 anni di guai per la gente onesta, per l'uomo comune, per chi non si sottomise al suo volere. Divenne un modo di fare, specie nelle nuove generazioni. Della serie "se vuoi puoi" ma nell'accezione più nefasta del termine però... Ma tu non puoi sapere, ti è rimasto intatto l'amore del tempo che fu, di chi idealizza qualcosa che vive da lontano. Non te ne faccio una colpa ma sai, tra il dire ed il fare...Non basterebbero 18 anni di commissariamento qui altro che 18 mesi; solo un intervento di alta precisione genetica potrebbe eliminare il cromosoma che ha sovvertito ogni regola di vivere in un contesto non dico civile ma quanto meno accettabile. Ma non credo se ne abbia la benchè minima voglia. Serena giornata e alla prossima, se deciderai di pubblicare il mio sfogo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che lo pubblico! E' un parere diverso dal mio. Un punto di vista. Io sono più per la legalità, per fare ma nel rispetto delle regole. Chiedendo l'autorizzazione si otterrebbero due cose o il comune si adopererebbe inviando i manutentori, che esistono, per la pulizia o il comune darebbe il consenso ai giovani, ammettendo così una inefficienza. Poni caso che qualcuno dei ragazzi, facendo ciò, possa farsi male, sarebbero seri problemi per tutti gli altri. In ultimo, non condanno l'iniziativa che trovo meritevole ma condanno il percorso per attuarla. E non credo, per questo, di mostrare amore nostalgico o idealista per il paese. Grazie per il colloquio

      Elimina
    2. Ho solo cercato di dirti "quanto sia lontano questo paese dalla ragione", ma non ci siamo intesi. Pazienza!

      Elimina
    3. Ci siamo intesi, caro amico e ho anche apprezzato il tuo commento. Ma se il paese è lontano dalla ragione, non per questo dobbiamo esserlo noi

      Elimina
  2. Caro Racalmutese Fiero, leggendo il tuo post, mi sono alzato di buon mattino e ho avvisato la mia vicina di casa di non spazzare più la strada davanti la sua porta, come fa ogni giorno, perché rischia un verbale dei vigili urbani per abuso e violazione del codice della strada e del regolamento comunale. Per poter pulire la strada deve presentare istanza con marca da bollo di euro 14,90 ai commissari. Ma poiché i commissari in questo periodo sono in ferie l'autorizzazione può partire da dopo settembre.
    La vicina mi ha risposto: "a stari cu lu pruvaluzzu davanti la porta, tuttu intra mi lu puortu, bellu cafe mi dasti sta matina, chi botta di colari, pi carità finiemmula".
    Sergio Scimè, blogger Regalpetra libera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Sergio,
      apprezzo il tuo umorismo, ma come detto di presenza, se vogliamo intraprendere la strada della legalità, bisogna partire col piede giusto anche nelle piccole cose. Se vogliamo continuare ad affermare, invece, che le regole, in questo paese, valgono per gli altri e non per noi, allora continuiamo su questa strada ma non lamentiamoci se le scelte fatte, ci porteranno a risultati pessimi. Lu davanti di la porta di la to vicina è una corte comunale di cui la signora usufruisce. Quindi è giusto che continui a pulirla.

      Elimina
  3. ...ma non potrebbero essere 'i ragazzi di legambiente' che di tanto in tanto,coordinati dalla sede nazionale,organizzano delle giornate quali"Puliamo il mondo"o "Diamoci una mano"etc.?Dovremmo informarci...

    RispondiElimina
  4. Ho già espresso con un commento su FB, anticipando quanto detto con il suo articolo da Racalmutese Fiero. Capisco che è difficile fare comprendere che per la legge è furto sia la sottrazione di un euro sia quella di un miliardo. Alcuni parlano di legalità a loro convenienza e pensano che il fin di bene annulli il reato. La legalità non funziona a corrente alternata. Sembrano concetti semplici, ma a volte…….. . Comunque sia, bravi e complimenti a chi ha pulito rischiando di persona. Al nord dove vivo, i cittadini avrebbero risolto il problema unendosi e recandosi da chi ha il dovere di provvedere a queste incombenze. Perchè non cominciamo anche noi a far capire a chi amministra, che sono nostri dipendeni? Altrimenti non saremmo il famoso POPOLO SOVRANO, ma dei semplici sudditi.

    RispondiElimina
  5. Il caro blogger Sergio, sindaco in pectore della nostra bistrattata comunità, (sarebbe l'ennesima calamità)sconosce le più elementari regole del codice civile, figuriamoci il penale. Proprietà pubblica e privata si intersecano, ogni cosa è cosa nostra, non c'è distinzione di ruolo purchè possa la sua fama travalicare il blog "Regalpetra". Ha la memoria corta, quando era al governo della città, seppur indirettamente, mai profferì parola! Aveva un "centro di gravità permanente" che evidentemente lo appagava! Adesso loquacità ed ironia la fanno da padroni! Non c'è amore non c'è nulla se non bieco interesse personale... Sig. Roberto, altro che popolo sovrano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi scuso con l'anonimo se ho eliminato una "piccolissima parte" del commento. L'ho fatto per evitare strumentalizzazioni e libere interpretazioni.

      Elimina
    2. Che ridere..ahaha, quante cose da pulire ci sono a racalmuto..le ville"fanno shifo" ma poi mi chiedo trucco vecchio..non è la pulizia delle fontane che fa raccogliere voti, consensi...
      vi ricordo che nella campagna elettorale di Petrotto si utilizzo questa tecnica"puliamo insieme le fontane" ricordate..ricordate, non diede tanti frutti.. perdon voti.. Castum Racalmuto Domani dite tutta la verita.....tra amici

      Elimina
    3. Tutta la verità la stiamo dicendo già da un pezzo. Sicuramente il commento era rivolto ad altri siti...

      Elimina
  6. Sig. Salvo, al nord le fontane sono pulite ed il cittadino ha uno standard di vita ben lungi dallo schifo che qui viviamo. Con i commissari non ho ancora visto quest'estate mosche e zanzare, le strade vengono lavate e spazzate, cosa che non succedeva da anni. Torneremo nel fango e nello schifo appena se ne andranno e le lamentele scemeranno, ognuno sarà felice di avere ottenuto qualcosa per grazia ricevuta e non perchè gli spetta di diritto, questa è la mentalità! I dipendenti comunali? Stendiamo un pietosissimo velo (ma meglio un pesantissimo drappo di velluto). Se davvero avessimo la (malsana) voglia di mettere ordine, si dovrebbe iniziare dalla gestione del personale comunale, dai dirigenti che occupano illegittimamente il loro posto e da lì a scendere...non ne hanno titolo, eppure sono lì! Prima ed adesso, ora come allora. E allora? Qualcosa davvero non va per il giusto verso...Basterebbe leggere tra le secrete carte ...e cose ...succederà? e chi lo sa! Si dice che la speranza è l'ultima a morire ...ce ne andremo prima noi col fegato cotto di storture e di corna che, inevitabilmente, dobbiamo tenerci ben saldate i ntesta, se qui vogliamo stare,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma siamo matti???? dove le avete viate le strade pulite e spazzate???? e mosche e zanzare non ce ne sono... a te che hai scritto consiglio una visita oculistica per vedere meglio o sospendere gli antiistaminici che comincerai a sentire il prurito dei morsi di insetti e non solo le zanzare!!! e per quanto riguarda i dipendenti comunali, non voglio essere una sibilla ,ma vedrete che resteranno gli stessi dirigenti fino all'ultimo giorno di commissariamento!gfp

      Elimina
  7. Ma che ne sa!!!lei dei dipendenti...parliamo di chi lavora in nero, di chi fa lavorare in nero.. di chi dichiara di quadagnare cinque.milaeuro annuo invece, li vedo con macchinoni, case lussuose..dichiarando un ca.... di reddito..
    ric "tuttu u munu un paisi iè" questo skifo si trova anche a racalmuto..scusate il mio sfogo...tra amici

    RispondiElimina
  8. Finito di pranzare, dopo una bella mattinata di mare, accedo ai blog locali compreso il tanto frequentato facebook; la digestione mi si è bloccata!
    In merito al discorso "pulizia" fontane sono d'accordo con il blog castrum poichè parla di "legalità e in piena sicurezza" requisiti non presenti se non si è forniti di regolare autorizzazione. E'tutto verissimo, anche la consapevolezza che sarà difficile fare entrare nella testa del racalmutese medio che il non avere regolare autorizzazione è comportamento illegale; ciò è comprensibile se pensiamo che tra gli esempi inculcati avuti in un recente passato si ricordano che nell'ultima tornata elettorale alcuni giovani di una lista civica collegata al candidato sindaco, risultato poi vincente, andarono a pulire la fontana del raffo; non si sa se abbiano avuto o no regolari autorizzazioni, una cosa è certa sarà difficile inculcare un tipo di mentalità di RIGIDA' LEGALITA',ma dopo 20 anni di regime "fai da te" sarà opportuno fare un'educazione alla legalità a singhiozzo, pian piano altrimenti non si è compresi.
    La cosa vergognosa è leggere la risposta, (ironica?), resa da Scimè all'inserzione del blog castrum; risposta sfacciatamente di bassa lega. Una risposta diffusa sul web a più non posso per fare demagogia e populismo; una risposta che offende l'intelligenza di chi sa comprendere cosa c'è di sotteso nelle sue parole; POPULISMO. Caro castrum, Scimè intanto dimostra che il primo lui necessita di un corso accelerato di legalità per fargli capire cosa è legale e cosa non lo è, e in secondo momento un corso di lealtà perchè è di inaudita vergogna non solo strumentalizzare una iniziativa dei giovani dove lui non c'entra nulla ma addirittura usarla prima per attaccare i commissari e oggi, in risposta al fine e alto ragionamento del blog castrum, da lui certamente non compreso, per fare populismi e demagogia e come al solito escogitare la polemicuccia di mezza estate. A volte ci sembra di rivivere i periodi di campagna elettorale di Petrotto, stesso modo di fare, identico linguaggio,identica intenzione di buttare alla gente fumo negli occhi e identico populismo demagogo; ci si convince sempre più che non sono poi così differenti,vedi vicenda pulizia fontane. Castrum, si è sempre detto che i ragionamenti intelligenti sono apprezzati e a volte condivisi da chi ha intelligenza per comprenderli; chi non ha quell'acume frutto d'intelligenza non capirà; è palese che c'è chi non capisce facendo l'esempio per niente calzante, anche se forse ironico, della vecchietta che scopa il proprio davanzale; ma ciò che desta più scandalo è che determinati principi dovrebbero essere evocati da chi prima di fare il blogger, nelle vita reale è chiamato ad educare i giovani nelle scuole; che esempio è?
    Questa vicenda ricorda tanto la sceneggiatura del film del grande Totò De Curtis " Totò truffa 62" nel quale pensò di vendere la fontana di Trevi ad un ignaro straniero raggirato con il miraggio del possibile prelievo di tutte le monetine gettate dai turisti nella fontana; Scimè non vende,ma fagocita pulizie seppure lodevoli ed esemplari ma non autorizzate, che con il principio di legalità non ci "azzeccano" per niente, principio tanto "vanniato" per gli altri ma evidentemente non per se stessi eluso in questo caso dietro le parole "per il bene collettivo". E' vero, la legalità non è a intermittenza.

    RispondiElimina
  9. parliamo di chi ha la doppia attività e riceve prebende dalle casse comunali che NOI paghiamo...parliamo di chi non si sa che posto e quali mansioni occupa... parliamo degli straordinari e delle indennità di capo ufficio o di responsabile di chi e di cosa non si sa stante che non ha titolo.......ahahahhah ...responsabile... ma per piacere ....basterebbe scavare tra le gerarchie degli impiegati comunali per capire mille cose ma non ce ne è la voglia non conviene a nessuno, capire le caste dei vari uffici...tutti hanno una seconda attività riconosciuta ufficialmente da delibere di servizi o contributi....è il paese dei balocchi questo Pinocchio e l'omino dello stemma la fanno da padroni...ed i commissari cercano di barcamenarsi ma non sann oda che parte cominciare ...a posto siamo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora voglio solo precisare una cosa, tu che parli così male degli impiegati di Racalmuto, io per prima cosa vorrei sapere il tuo lavoro così faticoso e fedele (se ce l'hai un lavoro), io vado in difesa di alcuni impiegati (capo ufficio e responsabili che non hanno una seconda attività) ti inviterei a seguire un impiegato responsabile anche a casa per vedere il lavoro che ce dietro tu parli guardando lo spettacolo dalla platea da ignorante e non da dietro le quinte e mi permetto di dirti del TU perché non ci vuol nessun rispetto per gente come te che non rispetta chi lavora al posto tuo perché se tu proprio tu saresti al posto di uno di loro saresti uno di quelli impiegati che si alzano la mattina per timbrare l'entrata (FORSE) prendersi il caffè e poi timbrare l'uscita (SEMPRE CON IL FORSE) io non commento quasi mai ma mi dispiace vedere che si manca di rispetto a quelle poche persone che lavorano...

      Elimina
  10. Non capisco tutto questo parlare per una semplice azione di protesta che i ragazzi racalmutesi hanno fatto per sensibilizzare le istituzioni affinchè siano più vicine ai giovani nel rispetto della legalità.
    Angelino

    RispondiElimina
  11. quanto acido tra gli anonimi che scrivono nel blog Castrum conosciamo nome e cognome gente incompleta e meschina, mi attaccano ovunque adesso pure nella mia professione questo è la tipica cattiveria dei politici di Racalmuto. Io ho condiviso l'iniziativa dei giovani che hanno pulito la fontana ma i politici infangano la mia dignità, la mia persona, vergogna! Mi complimento davvero, meglio mille ragazzi che puliscono la città che quattru luordi che vivono di politica. Spero che Racalmutese Fiero pubblichi questo commento e non lo censuri. Grazie.

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un altro commento anonimo politico offensivo, grazie!

      Elimina
    2. invito l'amministratore del blog il dott.Salvatore Alfano a ritirare l'ultimo commento anonimo perché lesivo della mia immagine professionale.

      Elimina
    3. Invito il dott. Salvatore Alfano amministratore del blog Castrum Racalmuto Domani ad eliminare l'ultimo commento anonimo perché lesivo della mia dignità professionale. Grazie.

      Elimina
    4. Il commento è stato eliminato, non perchè lesivo ma perchè Scimè si è infastidito. Infatti il discorso verteva sull'opportunità di educare i ragazzi alla legalità e non metteva in discussione l'attività professionale del prof Sergio Scimè. Ci scusiamo, comunque, con l'interessato e con tutti i lettori

      Elimina
  13. Molti anni orsono qualcuno narrò del "nulla strutturato" che ben si addice a chi intesse trame senza ordito! Il bloggher di regalpetra è il prototipo del nulla strutturato, ahinoi! Se solo si rendesse conto, cosa improbabile, del deleterio apporto del blog a quanto di legale si cerca di fare in questo bistrattato paese, già sarebbe cosa sacrosanta! Inveisce ontro ogni iniziativa dei commissari: li prummisioni, la mancanza di manifestazioni estive...quando proprio non ha altro da dire, pardon da scrivere, invoca inudisti di torre salsa... ma siamo seri puor plasir! Il ripristino della legalità e del vivere civile sono la pietra miliare per la rinascita del paese. I commissari sono arrivati perchè una classe politica stolta e scellerata ha fallito, ha demeritato, ha esagerato. Non si può fare la guerra allo Stato! Un mea culpa no? Un bagno di umiltà nemmeno? Allura siti propriu cosa di furca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma perché non ti impegni invece di fare il poeta in un blog LOCALE??

      Elimina
  14. Da sergio non mi aspettavo che chiedesse il ritiro di commenti indirizzati alla sua persona, anche se lesivi della sua immagine. Voglio ricordagli che su blog "regalpetra" egli stesso non ha mai censurato gli attacchi personali a me indirizzati ed io non l'ho chiesto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che dici è falso. Ho sempre rispettato tutte le persone, una volta tu mi hai chiesto che non volevi commenti in un tuo articolo ed io non ho pubblicato nessun commento. Quando qualcuno veniva offeso o calunniato e se per errore o distrazione pubblicavo il commento subito dopo lo eliminavo o per mia iniziativa o perché richiestomi dall'interessato o suggeritomi dai lettori, chiedendo pure scusa; non ho mai fatto problemi di questo tipo. Più di 100 commenti anonimi non sono stati mai pubblicati nel blog Regalpetra perché offensivi della dignità delle persone. Se Regalpetra libera è il blog ed il sito internet più seguito dai Racalmutesi un motivo ci sarà. Se Regalpetra libera vive da più di tre anni un motivo ci sarà. Ma questo successo ha dato fastidio prima e continua a dare fastidio ai politici ma viene condiviso dai cittadini. Caro Carmelo non mi risulta che qualcuno abbia mai esposto giudizi sul tuo lavoro, quello che è stato fatto nei miei confronti non era mai successo prima. Se il tono di Castrum sarà questo è l'inizio del decadimento.

      Elimina
  15. Sergiuzzo, nel tuo blog questa gente incompleta e meschina ha sempre trovato gradita ospitalità; ora non ti piace più?

    RispondiElimina
  16. GENITORE CURIOSO MA SEMPRE INCAZZATO14 agosto 2012 11:11

    Ecco un'occasione per poter chiedere qualcosina al sig. Carmelo Mulè!! Caro sig. Mulè ci può far sapere a noi tutti che lavoro svolge?? E se è dipendente pubblico come ne è entrato a far parte concorso pubblico?? Grazie per eventuale gradita risposta!!

    RispondiElimina
  17. L'anonimato, in qualsiasi blog mai demonizzato, è degno d'ascolto se:
    - il parere, specie se dalla voce del popolo, serve da pungolo a chi nel prossimo futuro si appresterà a volere assumere una qualsiasi carica di rappresentanza politica - popolare;
    - avanza delle critiche anche aspre purchè non ledano, vigliaccamente, in alcun modo aspetti della vita privata dell'interlocutore.
    Pare che ad oggi il blog Castrum abbia rispettato meticolosamente questo parametro nella pubblicazione dei commenti anonimi.
    Con obiettività leggendo i commenti qui pubblicati, tranne quello censurato che non ho letto, non pare scorgere attacchi alla vita privata e professionale del Prof. Scimè ne argomentazioni che giustifichino il linguaggio usato nella risposta dallo stesso Prof. Scimè scritta addirittura prima del commento poi censurato.
    I cenni, in evidenza non lesivi, alla professione sono stati fatti su facebook in un commento di castrum racalmuto sulla bacheca di sergio scimè e sopra da un anonimo, ed in entrambi i casi sembra piuttosto un sentimento di meraviglia -stupore e non di attacco professionale; difatti si nota che lo stesso Prof.Scimè su facebook non si è irritato.
    I commenti forse bisognerebbe rileggerli più di una volta per capirne il senso e rileggerli con serenità, senza nervosismi e con obiettività; rileggendoli più volte, dissento dall'opinione del Prof.Scimè; non hanno il taglio del politico. Quasi tutti gli anonimi parlano di legalità VERA anche nel pulire una fontana e addirittura qualche anonimo chiede in maniera sottesa, a lei Prof. Scimè ritenuto persona altamente adeguata al compito, che ci si occupi di cose più serie e più importanti iniziando una battaglia di civiltà stimolando, chiedendo e combattendo affinchè si faccia vera pulizia in quegli ambiti suggeriti più volte sopra, nei sottili commenti anonimi da lei definiti, a mio parere erroneamente, di quattru luordi. Credo che un politico certe cose non le pensi neanche, altro che scriverle. Il parere anonimo ha la stessa valenza di chi si firma (sempre nel rispetto dei limiti anzidetti). E' l'idea che conta e non la persona che la esprime; discorso diverso è se si pensa che una idea, un parere, possa assumere rilevanze diverse a seconda di chi lo esprime; quella è l'anticamera di un regime e non di una democrazia.
    Il Prof. Scimè se attaccato e accusato di essere populista non può irritarsi, se in taluni casi lo fa davvero, anche lui sbaglia e va criticato anche in maniera aspra e pungente e le critiche vanno accettate e non respinte pigliando, chi si considera l'anonimo del momento, per luordo. In tal caso, Prof. Scimè, se sa di politici degni d'essere definiti luordi che vivono di politica, ne deve fare il nome, anche questa è pulizia e bene comune, altrimenti che senso ha definirli così?
    Sono certo che Vittimizzarsi, non ripaga mai.
    INTENZIONALMENTE non mi firmo, perchè la mia è una VOCE DEL POPOLO, credo, degna d'ascolto. Grazie

    RispondiElimina
  18. chi si firma come VOCE DEL POPOLO è un populista il Prof. Scimè è l'unica persona vera e con coraggio

    RispondiElimina
  19. Scusami tanto bloggher di castrum ma hai eliminato un commento solo perchè ha dato fastidio? Mah! E la libertà di opinione, di critica? La troppa cortesia rischia di provocare un effetto boomerang.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il commento e' stato eliminato perche' dava fastidio e perche', letto in altro modo, poteva dare adito a offese e far sentire le persone lese nella loro dignita'. Possiamo trovarci in contrasto dialetticamente con alcuni, ma ci dispiacerebbe enormemente, creare dei dissapori. Il prof Scime' ha espresso un suo punto di vista che rispettiamo ma non condividiamo. Non per questo nutriamo sentimenti di astio, di rancore o di odio verso alcuno

      Elimina
  20. Al genitore curioso ma sempre incazzato non posso rispondere per evitare che s'incazzi ancora di più. Quando avrà la bontà e l'ardire di voler discutere alla luce del sole gli racconterò tutto, nei minimi particolari.

    RispondiElimina
  21. Ciao Sergio, Tu usi spesso il vocabolo (falso), usalo un meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cari amici, io non credo che la rinascita di un paese possa partire da questi commenti. Racalmuto ha bisogno di una rinconciliazione sociale che metta al centro l'uomo con la sua dignita'. Credo che sia compito dei due amici blogger (scime' ed alfano) limitare i commento lesivi delle persone, solo cosi la nostra comunita' potra avere un futuro. Scusate l'intromissione. Un racalmutese

      Elimina
  22. E' contro la mia volontà espressiva firmarmi anonimo ma per quella che è il modo comune di farlo bisogna stare al gioco,ma questi "post" sono una sciocchezza parlate di cose serie per favore, RACALMUTO ha bisogno di tante cose, ma manca "la testa" che li organizza, la "coda" è prosperosa, ma le cose "chi li fà" e "chi li pensa", guardate chi organizza nella "casa comunale".Qualcuno risponda, Grazie.

    RispondiElimina
  23. EVVIVA!!!! QUESTA E' LA NOTIZIA CHE ASPETTAVO DA TEMPO! FINO AD ORA COME DICI TU, CARO RACALMUTESE FIERO, SOLO TANTE PAROLE E PAROLE, SICURAMENTE UTILI MA ALLA FINE INCONCLUDENTI. ORA FINALMENTE....FATTI...E PER GIUNTA PENSATI E REALIZZATI DA PARTE DI GIOVANI!!!!!.....BELLISSIMO!!!! E' SOLO CON LORO E DA LORO CHE PUO' E DEVE INIZIARE UNA NUOVA STAGIONE PER RACALMUTO, UN RINNOVARSI DELLA MENTALITA', LA CONSAPEVOLEZZA CHE IL PROPRIO PAESE TI APPARTIENE E PROPRIO PER QUESTO DEVE LASCIAMO CHE FACCIANO, ANCHE SE NON HANNO CHIESTO LE PREVISTE AUTORIZZAZIONI!!IL LORO AGIRE E' UNO SCHIAFFO MORALE A CHI DOVREBBE FARE...E NON FA, A CHI E' STATO ASSUNTO PER QUESTI SCOPI ....E NON FA, A CHI HA PERMESSO A QUESTE PERSONE DI.... NON FARE, A TANTI CHE HANNO VISTO E...NON HANNO PENSATO DI FARE QUALCOSA.PRENDERE IN MANO RAMAZZA E SECCHIO PER PULIRE UN QUALCOSA CHE COMUNQUE TI APPARTIENE, QUESTO SI E' UN ATTO DI AUTENTICO AMORE VERSO IL PROPRIO PAESE.
    BRAVI RAGAZZI!!!!!
    Lia Conti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il suo commento mi ricorda mia zia Caterina. Aveva una cameriera che pagava regolarmente tutti i mesi, ma siccome non puliva, mia zia invece di licenziarla e cacciarla di casa in malo modo, puliva lei e poi la chiamava dicendole: guarda come si pulisce incapace e "lagnusa". La cameriera le rideva in faccia e se ne stracafotteva sapendo che mia zia era una COGLIONA.

      Elimina
  24. Gentilissimo Anonimo, forse Lei non ha mai sentito parlare di atti simbolici e/o provocatori. E forse non è a conoscenza che atti di questo tipo hanno molto spesso costretto chi di dovere ad intervenire per risolvere situazioni incancrenite e spesso volutamente ignorate.
    Per quanto riguarda il termine da cloaca, da Lei vigliaccamente (non ha avuto neanche il coraggio di firmarsi) e volgarmente usato, non Le fa certo onore ma probabilmente, visti i termini che usa Lei dell'onore e mi permetta della buona educazione non ne conosce nemmeno il significato.
    Conti

    RispondiElimina
  25. Racalmuto ha bisogno di persone nuovo se il popolo (quello vero non voi) leggesse tutti questi commenti e come rispecchiare la vecchia politica però virtuale io direi che la cosa giusta da fare e prenderci questa punizione (il commissariamento) in silenzio perché tutti voi sia Scimè, Alfano, Falco e compagnia bella continuando di questo passo sarete alle prossime elezioni per i cittadini già carta vecchia che non andrà più bene io come ho scritto su regalpetralibera lo scrivo qui usate questi blog solo per informazione del paese e non come un campo di combattimento, poi alle prossime elezioni magari si candida qualcuno di fuori paese e verrà eletto redento il paese Felice perché la gente già vi vede da adesso che farneticate inutilmente su queste piazze virtuali fate cose utili queste sono solo chiacchiere STATE DANDO UN BRUTTISSIMO ESEMPIO A TUTTI... VERGOGNATEVI!!!

    RispondiElimina