martedì 8 gennaio 2013

L’ASTRONAVE SULLA LUNA


Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando il cardinale Bellarmino si rifiutò di guardare con il cannocchiale di Galileo Galilei dicendo che era uno strumento del demonio. Mi viene in mente anche quando il nostro amatissimo padre Puma ci spiegava la famosa frase “FERMATI O SOLE”, e noi ragazzi a ridere sotto i baffi mentre lui si arrabbiava per la nostra incredulità. Oggi la Chiesa ha riabilitato Galileo e ha ammesso di non potere escludere che nell’universo possa esserci la vita, la Chiesa è stata costretta a fare questo passo dal momento che sono tanti ormai i documenti che attestano la possibilità che l’universo sia pieno di forme di vita e sarebbe controproducente negarlo.

Sicuramente molti sono già a conoscenza della storia che voglio raccontare. Durante una delle tante missioni Apollo furono scattate molte fotografie del suolo lunare, in particolare della parte oscura della luna, cioè la parte che dalla terra non è possibile vedere.

Quando gli scienziati della NASA studiarono le immagini si accorsero che c’èra qualcosa di estremamente interessante in alcune fotografie. Eseguendo degli ingrandimenti notarono che, poggiata sulla superficie lunare, c’èra una enorme astronave spaziale a forma di sigaro, dal conteggio dei pixel si è calcolato che è lunga 3,5 Km, alcuni sostengono 5Km e alta 500m.

Sembra che gli americani abbiano deciso che questa sconvolgente scoperta non potesse essere  nascosta all’Unione Sovietica. I due governi decisero di organizzare congiuntamente una missione segreta per visionare l’oggetto scoperto.

Fu organizzata un nuova missione Apollo che prese il nome di Apollo 20.  Chiunque voglia visionare tutte le missioni Apollo che la NASA ha effettuato, si accorgerà che non esiste una missione Apollo 20. Questa missione è ancora segreta, soltanto poco tempo addietro un ex dirigente della NASA in pensione ha svelato quanto era a sua conoscenza e ha pubblicato in forma anonima i filmati inerenti alla missione Apollo 20.

Un equipaggio misto Americano-Russo ha effettuato la missione Apollo 20 raggiungendo l’astronave. Furono prelevati elementi che esaminati successivamente con il metodo del carbonio C14 ha datato l’astronave a circa 1,5 miliardi di anni or sono; in un modulo di forma triangolare hanno trovato due EBE, (Entità – Biologica – Extraterrestre), uno dei due corpi era quasi completamente distrutto, mentre l’altro era incredibilmente intatto, come è possibile vedere dalle fotografie. L’EBE del video sarebbe di sesso femminile, quasi identica ad un essere umano, a parte il fatto che possiede sei dita ed occhi più grandi del normale ed è stata trasportata sulla Terra.

In merito al sedicente pensionato NASA, sono convinto che stanno cercando “cu lu trasi e nesci”, di cominciare a informare la popolazione mondiale dell’esistenza di altre forme di vita intelligenti, i tempi credo sono maturi per dare questa importantissima notizia che inevitabilmente rivoluzionerà la vita dell’umanità.

Chiunque volesse saperne di più, è sufficiente che scriva: “astronave sulla luna”, nella barra di google e prema invio.  Comunque la pensiate:   buona visione.

                                                                                                                  Roberto Salvo
Stampa il post

6 commenti:

  1. Ho appena visto i filmati su You Tube, è impressionante anche i commenti dei forum sono interessanti. non credo ai miei occhi ero completamente all'oscuro della cosa. forse possiamo dire non siamo soli in questo cavolo di universo.

    RispondiElimina
  2. si dice che anche a Racalmuto siano state avvistate forme di vita strane, ma gli esperti rassicurano: non si tratta di alieni, ma dell'evoluzione naturale di una specie vivente ormai estinta, "il politico".

    RispondiElimina
  3. Grande Candido, i tuoi commenti mi fanno sempre piacere e il tuo spirito mi fa impazzire. Grazie. Roberto Saslvo

    RispondiElimina
  4. IRATUS PROCREATOR10 gennaio 2013 15:42

    Sì confermo l'evoluzione dei politicanti a racalmuto, la sindrome è chiamata sindrome del camaleontismo cronico, ovvero cotali individui sono spinti dal desiderio convulsivo di cambiare partito non appena captano nell'aria i presupposti di un imminente disastro del proprio partito di appartenenza! Però io ho visto aggirarsi per le strade di Racalmuto, anche esseri "strani" sempre in evoluzione fisica!! Sono esseri che acquisiscono pian piano una postura curvata in avanti e con allungamento della lingua!! La sindrome è chiamata sindrome della lecchinaggine acuta e secondo l'O.M.S. l'unica cura è assecondare il soggetto donandogli un posto pubblico oppure qualche favore!! Ed ancora altra forma di alterazione mentale la si può vedere in certi soggetti "malati" che si improvvisano "imbonitori" di politicanti da reinverginilizzare. Tali esseri perversi si nutrono soprtutto di ex-consiglieri che ambiscono a rinascere come verginelli "di prima misa" per future elezioni!! Ad maiorca dubitant

    RispondiElimina
  5. "ben tornato tra noi ROBERTO",però mi costa farti una domanda:NEGLI ULTIMI MESI TI HO VISTO LONTANO DAL BLOG,non abbiamo avuto più il piacere di leggere tue missive su quello che sta succedendo a "Regalpetra",come mai??? ai lasciato ,LA MANO,all'amico RACALMUTESE FIERO.Sai bene che ti preferisco!!!
    Rispondi...

    RispondiElimina
  6. Caro amico, grazie per il ben tornato e soprattutto per la preferenza. Forse ti è sfuggito a Natale ho pubblicato “li capuna pi Natali”, comunque è vero non sto scrivendo con la frequenza di prima, questo è dovuto a un particolare momento della mia vita che spero passi presto. Penso di sapere chi sei e so che sei un amico da molto tempo, spero che quando tornerò in paese potremo farci una delle nostre piacevoli passeggiate parlando del nostro grande scrittore preferito.
    Un abbraccio Roberto.

    RispondiElimina