lunedì 10 dicembre 2012

“ARTICOLO 1” NON PIU’ SEDICENTE


Con registrazione del 6 dicembre 2012, che ne ratifica l’ufficialità, il comitato cittadino “Articolo 1”, rappresenta una realtà a Racalmuto. Dopo un lungo silenzio, durante il quale più volte abbiamo chiesto lumi sul costituito comitato al presidente Giuseppe Guagliano, finalmente riceviamo statuto e organigramma accompagnato da una lettera indirizzata alla Commissione prefettizia, con la quale si chiede un incontro urgente per uno scambio di opinioni, informazioni e si avanzano proposte circa il futuro di Racalmuto. Ci auguriamo che il comitato cittadino “Articolo 1”, come  le forze politiche che in questi ultimi tempi si sono adoperate socialmente con le istituzioni, possano rappresentare sempre espressioni  intelligenti di un pensiero collettivo e popolare e possano operare, in accordo con la cittadinanza, in clima di fattiva e trasparente collaborazione, alla ricerca sempre di idee e soluzioni che possano tradursi in azioni concrete e positive per Racalmuto, che non sfocino mai in sterili polemiche e improduttivi contrasti. Di seguito la comunicazione ricevuta da Giuseppe Guagliano.

Racalmutese Fiero
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
COMITATO CITTADINO ARTICOLO 1
RACALMUTO

(L’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al Popolo, che la esercita) nelle forme e nei limiti della Costituzione

 

ATTO COSTITUTIVO



Il mese di settembre del 2012,  presso LA SEDE DEL COMITATO SITA IN VIA DELLA REPUBBLICA  N. 3 , tra i signori SOCI FONDATORI :

-         GIUSEPPE GUAGLIANO, nato a RACALMUTO  il 03/03/’67 ed ivi residente in VIA FILIPPO VILLA 103.
-     CALOGERO GIGLIA, nato a RACALMUTO il 23/06/’62 ed ivi  residente in VIA FRANCESCO MARTORANA.
-     MARTINA ANGELONE, nata a  SAN. CATALDO il 05/07/’88 e residente a RACALMUTO  in via SACERDOTE ROMANO, 16.
-    ANGELA SHILLACI VENTURA, nata a RACALMUTO, il 31/05/’68 ed ivi residente in viale Tukory, 3
-   FRANCO VIZZINI nato a GROTTE, il 10/12/63 e residente a RACALMUTO in c/da ANIME SANTE,

E’ costituito  ai sensi della legge quadro sul volontariato (legge n. 266 del 11/08/1991) il:
                           “COMITATO CITTADINO ARTICOLO 1 RACALMUTO "

L'associazione ha sede in RACALMUTO,    via  DELLA REPUBBLICA  n.  3.
L'associazione è costituita a tempo indeterminato, salvo quanto previsto dallo Statuto sociale, in    ordine alla proroga del predetto termine o all'anticipato scioglimento.
L'associazione non ha fini di lucro ed opera in regima di volontariato, è apartitica e aconfessionale.
Chiunque presenta regolare richiesta di adesione è automaticamente ammesso come socio del COMITATO, salvo comprovati motivi ostativi che gli organi statutari del COMITATO  dovessero far rilevare  ufficialmente.
Le finalità associative sono meglio specificate nell'allegato Statuto sociale.
Gli intervenuti (SOCI FONDATORI)  unanimemente  deliberano in tale sede di costituire gli
“ORGANI STATUTARI” del comitato  prevedendo la seguente ripartizione di competenze al suo interno tra quanti hanno sottoscritto regolare adesione al
 “COMITATO CITTADINO ARTICOLO 1 RACALMUTO”:

Tesoriere
 -   Anna Rita                   Garlisi                31/05/’78  

Segretario
-    Antonella                    Faldetta                 17/08/’77

COLLEGGIO DI GARANZIA

  TOTO’                                MANTIONE                   08/05/’54        Coordinatore
2     MICHELANGELO              GARLISI                        28/09/’32        Componente
3     LILLO                                 TAIBI                             17/05/’55        Componente
4    GIOVANNI                         AVENIA                         03/11/’34        Componente
5     ANGELA                            SCHILLACI VENTURA  31/05/’68        Componente
6     GIUSEPPE                         SALEMI                         02/01/’38        Componente
8     GIUSI                                 CINO                              30/08/’79        Componente

CONSIGLIO DIRETTIVO

   1     GIUSEPPE                      GUAGLIANO                        03/03/’67       Presidente/Consigliere
   2     GREGORIO                     CASODINO                          20/11/’47       Vice Pre.te/Consigliere
3    GIUSEPPE                      AGNELLO                             09/12/’62       Consigliere
   4     CALOGERO                    GIGLIA                                  23/06/’62       Consigliere
   5     LUIGI                               SCIME’                                  23/01/’61       Consigliere
      6     CARMELO                      FALCO                                  06/08/’78       Consigliere
      7     SILVIA                             NUGARA                              20/08/’82       Consigliere
      8     LUIGI                               CAPITANO                           06/07/’57       Consigliere
      9     CALOGERO                   ALAIMO DI LORO                 16/08/’64       Consigliere
      10   GIUSI                              SINTINO                                06/03/’80       Consigliere
      11   ARCANGELO                 PUMA                                     22/09/’53      Consigliere
      12   ANTONIO                       PROVVIDENZA                      03/05/’80      Consigliere
      13   MARTINA                       ANGELONE                            05/07/’88      Consigliere
      14   SANTINA                        MERULLA                              15/08/’73       Consigliere
      15   FRANCO                         VIZZINI                                   10/12/’63      Consigliere
      16   SERGIO                          BORSELLINO                         14/01/’68      Consigliere
      17   CALOGERO                    LO CICERO                            25/04/’72      Consigliere
      18   MATTELIANO                 ANGELO                                 04/10/’53      Consigliere
      19   TIRONE                          GIUSEPPE                              15/08/’64      Consigliere
      20   SFERRAZZA                   NICOLO’                                 01/08/’62      Consigliere
      21    BALDO                           CALOGERO                            24/05/’59     Consigliere
      22   GIUSEPPE                      CINO                                       16/10/’63      Consigliere
      23   MARCELLO                     TUFARULLO                           02/01/’69     Consigliere
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
COMITATO CITTADINO ART. 1
RACALMUTO

(L’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al Popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione)



                                                                      Spett/le Commissione Straordinaria                         
                  Presso il comune di Racalmuto


Oggetto: Richiesta urgente di convocazione.



Come è noto nello scorso mese di Settembre si è costituito il Comitato Cittadino Art. 1 con sede a Racalmuto via della Repubblica n. 1.
Scopo del Comitato è quello di rappresentare nel migliore modo possibile le istanze della Cittadinanza a qualsiasi livello.
Ad oggi il Comitato conta 1.633 sottoscrizioni alla petizione intrapresa, come ben sapete, per la vicenda delle bollette della TARSU.
E 172 adesioni  al Comitato rappresentative di tutti gli strati sociali ed economici del territorio.
Si è elaborato l’organigramma per il funzionamento, regolarmente registrato, per come prevede la legge.
I vari organismi sono composti da persone dalla comprovata e riconosciuta esperienza ed affidabilità.
Copia di tutta la documentazione di che trattasi vi verrà recapitata quanto prima.
Si chiede con urgenza un incontro con codesta Commissione per discutere e ricevere chiarimenti su numerose questioni di interesse diffuso, e sottoporre alla vostra attenzione alcune proposte che possano contribuire  a migliorare la vivibilità della nostra comunità. Di tutto ciò  il Comitato dovrà dare conto alla Cittadinanza avendone ricevuto specifico  mandato.
Certi della vostra rapida e fattiva collaborazione, si porgono cordiali saluti.

Per comunicazioni Cell. 33345360129

Racalmuto 04/12/2012
                                                                                           Il Presidente
                                                                                     Giuseppe Guagliano




Stampa il post

42 commenti:

  1. finalmente qualcuno che si organizza.

    RispondiElimina
  2. Lista renziana per future elezioni comunali

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sporchiamo una così bella iniziativa con miserevoli e miserabili interessi di parte. Se qualche altro proponesse una lista diversa e un altro ancora una lista diversa dalla prima e dalla seconda, quale sarebbe il risultato? Manteniamo alto, nei limiti delle possibilità, il livello di iniziative per il conseguimento del "bene comune"

      Elimina
  3. Se posso fare una domanda senza offesa per nessuno, perché questo comitato si è dato il nome di ARTICOLO 1? A quale diritto al lavoro si riferisce? A quello dato con la solita spartizione politica a parenti e amici? (dal momento che nomi di politici ve ne sono tanti) E per finire quale è il vostro programma, cosa volete e soprattutto per chi, qualcuno pensa ad una RIVERGINESCION POLITICA? O COSA?

    RispondiElimina
  4. Col novo signore rimane l'antico;
    L'un popolo e l'altro sul collo vi sta.
    Dividono i servi, dividon gli armenti;
    Si posano insieme sui campi cruenti
    D'un volgo disperso che nome non ha.
    Articolo 1

    RispondiElimina
  5. Ognuno di questi signori in elenco ha un motivo ben preciso per esserci!

    RispondiElimina
  6. Che ammucchiata! Ci sono tute le rappresentanze politiche dei responsabili del dissesto. E' incredibile, gira e gira si sono ritrovati, con qualche new entry pronti a ricominciare il lavoro interrotto per forza maggiore. Se sono queste le nuove forze politiche, poveri noi, povera Racalmuto.

    RispondiElimina
  7. Si chiede con urgenza un incontro con codesta Commissione per discutere e ricevere chiarimenti su numerose questioni di interesse diffuso, e sottoporre alla vostra attenzione alcune proposte che possano contribuire a migliorare la vivibilità della nostra comunità. Di tutto ciò il Comitato dovrà dare conto alla Cittadinanza avendone ricevuto specifico mandato.

    Specifico mandato? Da chi? Chi vi ha eletto? Avete fatto una consultazione popolare o rappresentate voi stessi? Volete farci credere che siete preoccupati per il paese, quando sino a poco tempo addietro, eravate al comune per portarlo alle condizioni attuali. Una cosa devo, comunque riconoscervi, avete veramente un bel coraggio o faccia tosta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, chi sono questi? Chi li ha nominati per parlare per conto dei Racalmutesi, se erano loro e i loro partiti ad amministrare prima con quale coraggio hanno la tracotanza di chiedere spiegazioni o impegni a chi sta cercando di rimediare ai loro misfatti?

      Elimina
    2. mandato? e chi gli ha dato questo compito? le firme si raccoglievano per una motivazione ben precisa, non per rappresentarci. e ammesso che le vogliamo usare come causale di rappresentanza, 2000 firme non sono assolutamente la maggioranza di un paese. ci voli mascara!

      Elimina
  8. Mi chiedo perché oltre la data di nascita ad ognuno non avete messo il partito politico che rappresentano. Lo dico solo per chiarezza, in modo che i cittadini possano capire chi siete e cosa rappresentate. Anche se è vero che ci conosciamo tutti e sappiamo metterlo da soli il simbolino accanto al nome.

    RispondiElimina
  9. Complementi per la lodevole iniziativa, mi sono però incuriosito leggendo i nomi, perchè mi sa che manca volutamente qualcuno, forse per far sì che il comitato possa essere una stampella per la futura candidatura a sindaco.
    Scimè è stato uno dei protagonisti della protesta, uno degli organizzatori della raccolta delle firme, ora stranamente il suo nome non si vede. Perchè? In un primo momento avevo pensato, va bè, in effetti partecipava a nome del suo blog; ma se ho ben capito il comitato è cosa diversa tanto è vero che ci sono persone tesserati a partiti politici diversi ma che fanno parte del comitato ovviamente perchè cosa diversa di un partito; E quindi rimane il dubbio del perchè di questa clamorosa assenza di uno di quei promotori della protesta.
    Nel caso Lo dica subito che vuole candidarsi a sindaco, almeno la gente non avvertirà e non potrà insinuare l'esistenza di tattiche, di furberie della vecchia politica,di strategie programmate, anche FORSE dietro il costituendo comitato; basta semplicemente pensare che la gente non è fessa e che ormai dei trucchetti della politica è stanca. Mi auguro che questa curiosità venga presa nella naturalezza del dubbio più che legittimo. Grazie per gli eventuali chiarimenti.

    RispondiElimina
  10. Persino San Pietro per ben tre volte ha giurato di non conoscere Gesù, figuriamoci se coloro che sono stati i protagonisti del dissesto economico del comune non rinnegano di averne fatto parte. Ricordo con quale spavalderia un ex assessore mi diceva che l'ICI era appena sufficiente per pagare i loro stipendi e i loro gettoni di presenza. Ho l'impressione che stanno cominciando a riorganizzarsi per tornare a scialare come ai vecchi tempi.

    RispondiElimina
  11. Propongo una modifica al COMITATO ARTICOLO 1. La cosa pubblica va amministrata con trasparenza assoluta e senza interessi personali. Cosa fate?, perché vi cancellate dalla lista; stavo scherzando!

    RispondiElimina
  12. e questi erano i volti nuovi????? un mare di ex assessori???? A sto punto chiederei ai signori ex assessori delle varie passate legislature secondo loro chi ha fatto una mala politica che ha causato il fallimento o quasi delle finanze del comune. E mi dicano che non ne sanno nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Minchia volti nuovi, io non ero nemmeno nato quando alcuni di questi già si spalmavano la marmellata sul pane al comune. La colpa è di quella maledetta torta ALL'ANAnaS che gli rovina il sonno e poi ci sono due o tre piscine da costruire, una pista di pattinaggio sul ghiaccio e speriamo un grande aeroporto internazionale. Tutte cose indispensabili per Racalmuto.

      Elimina
  13. A stu puntu megliu TOTO', armenu qualche scaffa e qualchi fogna la riparava pirsunalmenti e generosamente offriva vino a tutti. No comu ora ca anchi professionisti ca nu nnannu bisuognu si vannu ad arraffari lu stipendiu ca putissi serbiri a qualchi puvirazzu. cu assa e cu nenti accussi sa ragiuna a Racarmutu. Starticulu unu mi pari un modu pi priparari lu tirrenu pi quannu si nni vannu l'eccillenzi e lassanu la piecura sula cu li lupi. Fussi migliu ca ristassiru pi sempri sti puvirazzi di commissari ca l'armata di beduini affamati.

    RispondiElimina
  14. Avete presente la favoletta del BUE che diceva cornuto al povero ASINO? E' lo stesso con Art.1, questi illustri signori vanno dai commissari e chiedono conto del perché la tassa sull'immondizia è così alta, del perché l'IMU è al 10.5% e, udite udite del perché il comune rischia il dissesto finanziario. Io spero che quando avranno la faccia tosta di presentarsi ai commissari, questi gli rispondano: Ma voi non siete quelli che governavate questo paese, e voi non appartenete quei partiti che hanno governato questo paese sino a portarlo alla rovina. Ma voi e i vostri partiti non siete quelli che hanno stipulato i contratti per la spazzatura?, ma voi e i vostri partiti non siete quelli che avete assunto parenti amici e amici degli amici sino a quintuplicare la pianta organica, al punto che in comune non ci sono sedie sufficienti per fare sedere tutti questi lavoratori?, e lei che non è un politico cosa vuole?, non lo sa che chi è causa dei propri mali pianga se stesso? Andate in pace, cospargetevi la testa di cenere e confessate ai vostri concittadini come avete fatto a ridurre il paese in queste condizioni.

    RispondiElimina
  15. Caro presidente e signori del comitato, ma veramente pensate che i Racalmutesi sono dei coglioni? Siete veramente convinti che buttando un poco di fumo negli occhi alla gente potete continuare a prenderla per i fondelli? Smettetela per favore! Siamo stufi di essere presi per deficienti. Racalmuto non ha bisogno di capipopolo e ciurma che facendo finta di dimenticare di essere, il problema, alzano la voce proponendosi come impavidi rappresentanti del popolo sovrano. Così facendo siete degni soltanto di fare parte di una commedia pirandelliana. Quando a Racalmuto ci saranno persone serie e in buona fede che si proporranno ai compaesani per governare il paese, non lo faranno criticando, chiedendo o protestando, ma lo faranno presentando un programma serio e sincero, diranno cosa vogliono fare e come intendono realizzarlo e soprattutto daranno la prova con i fatti che sono spinti solo ed esclusivamente per il bene del paese. Voi, mi dispiace dirlo, non mi sembrate sinceri, ne credo abbiate nessuna volontà di fare queste cose. Ve lo chiedo con il cuore in mano, per favore smettetela.
    Senza rancore cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avrei voluto dire io quello che hai detto tu, speriamo lo capiscano che facciamo finta di non capire e che siamo veramente incazzati.

      Elimina
  16. ...quanti scienziati pronti, come sempre in forma anonima, a criticare!!! Vergogna a chi li scrive queste cose, senza avere il coraggio di mettere nome e cognome! vergogna soprattutto a chi pubblica alimentando odio in un paese senza futuro. Avrei voluto firmare questa mia amara constatazione, ma poi ho pensato, chi me lo fa fare? (rischiando anche, come è prevedibile, con il dottor Alfano mi censuri da lontano. Buone feste a tutti, con l'amaro in bocca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè dovrei censurare? Pubblico i pareri di tutti, a favore e contrari. Nel rispetto delle opinioni di tutti. Mi sembra esagerato e tendenzioso affermare che in questo modo si alimenta odio. In testa a quanto ricevuto da Guagliano ho scritto che Art.1 è una realtà a Racalmuto e che mi auguro possa operare in trasparenza e in maniera fattiva. Non credo di aver espresso parere denigratorio. Quando arriveranno commenti a favore, non avrò nessun problema a pubblicare. E comunque, mi è stato inviato tutto il materiale da Guagliano, con preghiera di pubblicare. L'ho fatto, senza esprimere pareri personali. Mi sono astenuto dall'intervenire a favore o contro. Spero che mi sia concesso di rimanerne fuori

      Elimina
  17. Ma roba da matti! Alfano dovrebbe solo pubblicare commenti a favore ed evitare quelli contro!!!!???? A nessuno viene in mente che questo comitato non garba alla gente racalmutese?

    RispondiElimina
  18. Evviva la DEMOCRAZIA!

    RispondiElimina
  19. Scusate ma non vedo cosa ci sia di strano nei commenti anonimi. Quando andiamo a votare, il voto è segreto e siccome buona parte degli appartenenti al comitato sono politici, esprimiamo pareri anonimi come se andassimo a votare

    RispondiElimina
  20. Mi rivolgo all'anonimo delle 9,53 perchè mi sembra sintetizza bene l'umore dei colleghi anonimi che lo hanno preceduto.
    Per mia formazione accetto le critiche e i giudizi.
    Mi risulta difficile fare lo stesso con quelle a prescindere e per lo più espresse in forma anonima.
    Quando delle persone si ergono a giudici nei confronti di altre persone e si lasciano andare a giudizi molto gravi quanto gratuiti lesivi della dignità di altri, devrebbero almeno avere il coraggio di farlo mettendoci la faccia, in caso contrario la cridibilità risulta = a 0.
    Io posso accettare il ragionamento garbato in forma anonima, non il giudizio che scende nel personale lesivo della dignità altrui senza possibilità di difesa.
    I veri soggetti di cui i Racalmutesi si vergognano sono le persone come voi, che non solo non partecipano alla vita sociale del paese, ma non hanno nemmeno il coraggio di presentarsi. ( Dante li posizionava nel girone degli ignavi)
    Mi viene da pensare che forse questi sono proprio coloro che in ogni modo cercano di ostacolare ogni tantativo di voltare pagina riguardo alla storia di questo paese.
    La tempestività delle note (18 note in poche ore) conferma questo mio sospetto.
    Allo stesso tempo mi fa capire che il comitato art. 1 ha toccato il vero nervo scoperto di una certa categoria di persone che sanno solo criticare buttare fango nascondendosi, per distogliere l'attenzione dallo sfascio in cui, probabilmente, hanno contribuito a trascinare Racalmuto senza volersene assumere nessuna responsabilità; e questo mi fa ben sperare.
    Per quanto mi riguarda, so benissimo di avere delle responsabilità nelle vicende politiche Racalmutesi, me ne sono assunto e me ne assumo la mia parte di responsabilità, decidendo di riparare facendo autocritica nelle sedi e nei momenti opportuni, e mettendo in essere azioni concrete che possano contribuire a migliorare la nostra comunità.
    C'è un solo modo per smentire quanto da me affermato; mettere la firma nelle note di cui in precedenza, ed esporre le vostre proposte.
    Ma per fare questo ci vogliono gli attributi, e non mi sembra proprio il caso vostro.
    Comunque per qualsiasi problematica di interesse generala che avreste necessità di attenzionare il Comitato è anche a vostra disposizione.
    Il giorno in cui i Racalmutesi acquisiranno la maturità e il coraggio civile di affrontare qualsiasi discussione a viso aperto allora forse avremo imboccato la strada giusta per il cambiamento!
    P.s. Non avrei mai voluto crivere questa nota e chiedo scusa per averlo fatto.
    Mi scuso altresì per aver toccato la suscettibilità di alcuni, costringendoli ad esporsi anche se in forma anonima.
    Ma non potevo fare altrimenti.
    (Sciascia definiva questi soggetti Anime morte)
    G. Guagliano x il Com. Art. 1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Peppe, sono l’anonimo delle 9,53. Capisco che come presidente dovevi in qualche modo difendere il comitato e l’hai fatto, bene. Concordo con Te che la forma anonima non è la migliore forma di espressione, ma a volte, come nel caso di specie è necessaria. Quello che non capisco è il fatto che hai scelto una difesa generica del comitato, mentre avresti dovuto, a mio parere, ribattere alle accuse o meglio alle opinioni degli anonimi, dimostrando che quello che dicono non corrisponde al vero. E’ facile dire, “chi avuto avuto scurdammucci u passatu ecc”, non trovi oggettivamente strano che siano gli stessi personaggi e partiti appena usciti dalle ultime amministrazioni a protestare la delicata situazione in cui versa il paese? Non credi che sia necessario prima di tutto essere credibili agli occhi dei Racalmutesi?
      Quando ho salutato senza rancore ero sincero e sempre senza rancore ti risaluto.

      Elimina
  21. RAGIONIAMO: si è costituito un comitato e aldilà delle persone che ne fanno parte, si dovrebbe giudicare l'attività svolta. Per esempio la battaglia sulla tarsu mi è sembrata giusta e soprattutto, il fatto che a dire di qualche componente del comitato si possa impugnare, la ritengo una cosa opportuna. Certo, anche io nutro qualche dubbio su diverse persone che ne fanno parte, ma questo, non mi deve impedire di RAGIONARE.
    Di contro, invito a chi non si fida del comitato o di chi ne fa parte, a costituire un comitato alternativo, coinvolgendo altre persone e diventare così, parte attiva del paese.
    Questa si chiama DEMOCRAZIA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Democrazia significa GOVERNO DEL POPOLO, governare, quindi significa, GOVERNARE PER IL POPOLO. Tu credi che a Racalmuto le cose sono andate così?

      Elimina
  22. Guagliano dice di accettare le critiche, ma il nervosismo che lo assale ha la meglio fino a fargli dire cose che vanno aldilà dell'assurdo.
    Caro PRESIDENTE, non credi che se qualche anonimo avesse "leso la dignità" o offeso sul personale qualcuno, i blogger di castrum avrebbero correttamente e giustamente censurato i commenti offensivi soprattutto se anonimi?
    basta semplicemente leggere tutti i commenti anonimi, anonimi come il voto espresso nelle urne,per accorgersi che di offensivo non vi è nulla, semplicemente C'E' IL NON GRADIMENTO DA PARTE DELLA GENTE DI QUESTO SEDICENTE COMITATO CHE SI SPACCIAVA PER UN QUALCOSA DI NUOVO COMPOSTO DA VOLTI NUOVI. non gradire non mi pare che faccio il paio con la volontà di distruggere o ostacolare il voltare pagina.
    la critica è critica e non mi pare che asserire ciò si discosti dal dato oggettivo che molti dei componenti sono volti molto noti nel mondo politico racalmutese, TUTTO QUA! sarebbe stato più opportuno ripsondere puntualmente ad ogni singolo anonimo, quanto meno , caro presidente, avresti messo a tacere chicchessia visto che fino a prova contraria il fine ultimo del comitato è il bene della collettività. ormai la gente è talmente scottata dalla politica che vuole davvero tutto nuovo in primis le persone; e poi consentimi, ma se uno riconosce d'avere responsabilità tanto da intelligentemente assumersele come fai tu, non credi che sarebbe il caso allora di mettersi da parte? mettersi da parte per lasciare spazio ai giovani, ai giovani liberamente di organizzarsi e non organizzarli e metterli in prima fila solo per zittire gli altri? tutti facciamo finta di non leggere l'offesa in merito gli attribuiti, perchè a volte sembra il riecheggiarsi di quel modo offensivo e violento praticato da qualcuno che tu conosci benissimo quando veniva contrariato nelle cose che faceva. Piuttosto rispondi alle singole critiche degli anonimi anzicchè sfuggire ai quesiti posti, considerando il fatto che un fenomeno pubblico, qual'è il comitato, è fisiologicamente oggetto di critiche e che intelligentemente vanno diradate e allontanate con intelligenti spiegazioni e soprattutto con i fatti e non con continui ed estenuanti proclami purtroppo ad oggi infruttuosi. Difendo l'anonimato fino a quando pone questioni serie così come si fa sempre su questo blog, sicuri tutti dell'affidabilità, della indiscussa serietà e della garanzia propinata e più volte dimostrata dai blogger, attenti a non pubblicare neanche una sola parola che possa arrecare offesa altrui, e d'altronde se Guagliano ha deciso di pubblicare la lista del comitato su questo blog inevitabilmente riconosce a questo blog l'autorevolezza tale da potere affidare il compito di rendere informata la gente anche sulle persone che fanno parte del comitato. non vorrei pensare che di punto in bianco per Guagliano questa autorevolezza sia venuta meno sol perchè c'è un alto tasso di non gradimento dei componenti il comitato espresso su questo blog, questo si che sarebbe davvero vergognoso.
    Sarebbe meglio rispondere anzicchè sforzarsi a vedere chissà quale scheletro dietro gli anonimi, chissà quale politico, non vi passa mai dalla mente che chi scrive sono semplici cittadini che gradiscono la non esposizione?
    ad maiora
    VOLUTAMENTE ANONIMO

    RispondiElimina
  23. La politica non mi ha mai appassionato, leggo i commenti e non trovo niente di diverso di quello che ho sempre pensato e che pensa la stragrande maggioranza dei racalmutesi, penso anche che sono le solite cose. Poi quasi senza volerlo accedo al sito di Regalpetra libera e, cazzo c'è scritto che bisogna andare nella sede di Articolo 1 per ritirare e compilare i moduli che i ragazzi sino ad una certa età possono presentare per chiedere un lavoretto temporaneo pagato 300 euro. Mi chiedo ma perché nella sede del comitato? il lavoro chi lo offre il comitato o il comune? Ma questo modo di fare politica come si chiama, non mi viene il termine giusto, ma si chi se ne frega.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io ho pensato la stessa cosa, mi meraviglia che tutto ciò lo si lasci fare indisturbatamente, il bello è che regalpetra libera addirittura pubblicizza tutto ciò, COMPLIMENTIIIIIIIII. tutti ricordiamo cosa scriveva quello blog quando alcuni politici facevano cose simili o identiche, si criticava chiedendo pubbliche spiegazioni e chiarimenti; e ora? l'esatto contrari, COMPLIMENTI PER LA COERENZA e soprattutto BEL MODO NUOVO DI FARE POLITICA..
      è vero non c'è nulla di male, ma allora quel blog non la pensava così perchè si premurava affinchè nei cittadini non passassero errate convinzioni.

      Elimina
  24. caro anonimo oggi mi sono recato nella sede del comitato art. 1 e ho trovato la giusta informazione sul progetto.C'era Sergio Scimè, un'operatrice e il presidente Guagliano che in modo affettuoso e gratuito si sono messi a disposizione. Io ammiro e ringrazio queste persone. Tutto il resto sono solo calunnie e invidia.

    RispondiElimina
  25. cara Giusy rischiamo il dissesto al comune pur di pagare lo stipendio a tutti gli impiegati, quindi visto che quel bando, tra l'altro mortificante per i lavoratori,è stato indetto dal comune è giusto che si vada al comune per tutte le delucidazioni possibili e immaginabili, è un nostro diritto ed un dovere per chi è pagato per fare questo. E ti garantisco che troverai altrettanta affettuosità e disponibilità e non dovrai dire grazie a nessuno a differenza di come dici d'aver fatto oggi e di come lo scrivi...GRAZIE DI CHE? loro vogliono questo, così al momento del voto te lo chiederanno con la stessa affettuosità e disponibilità, magari con un po di pretesa; E LA STORIA SI RIPETE. Ci vogliamo rendere liberi o noooooooooooo??????????

    RispondiElimina
  26. Adesso mi ricordo, si chiama CLIENTELISMO, ecco come si chiama CLIENTELISMO. E' questo l'unico modo in cui i nostri politici sanno fare politica, mi ricordo che c'è stato un assessore, anni addietro, che costringeva i vigili urbani a fare le multe in modo che poi lui li potesse fare togliere facendo un piacere che naturalmente prima o poi dovevano ripagare con un voto. Passa il tempo ma i metodi sono sempre gli stessi. Voglio anche dire che questo compito non può svolgerlo un comitato politico, queste sono cose di cui si devono occupare i sindacati o gli uffici competenti del comune. p.s. se non si fosse capito sono l'anonimo delle 13,33

    RispondiElimina
  27. In attesa di poter esprimere una replica meno "nervosa" della precedente e che affronti punto per punto le accuse e le insinuazioni e le inesattezze sciorinate con non poca ironia, permettetemi di manifestare il mio sconcerto per il commento delle 13,33 e delle 13,50.
    Si critica anche il fatto che un comitato cittadino in qualche modo tenda ad agevolare i propri aderenti e tutti coloro che pur non aderendo possono trovare una qualche assistenza per qualsiasi problematica.
    Addirittura uno dei due si meraviglia del fatto che nessuno intervenga ad impedire questo "gravissimo" comportamento di tentare di agevolare gli utenti secondo le finalità statutarie del Comitato.
    (Consiglio a questo sensibile anonimo, di fare formale denuncia ai Carabinieri, anzi un bel esposto anonimo che sarebbe più nel suo stile.)
    Accomunare poi il Blog Regalpetra e il Comitato Art. 1 è un'altra cattiveria.
    Forse farei bene a chiedere al Sig. Alfano (che stimo) di ritirare tutto perchè evidentemente non vale la pena tentare di ragionare.
    Capite che sostenere un contraddittorio in questi termini e a aqueste condizioni e veramente difficile anche per uno come me che ne ha viste/i veramente tante/i.
    Quello che voglio dirvi, non sapendo cosa deciderò, è che vi state sbagliando.
    Il sottoscritto, per come ha sempre dimostrato, e gli amministratori del Comitato, che non hanno fatto parte in nessun caso dell'Amministrazione uscente, hanno messo la loro faccia in questo progetto democratico sapendo che avrebbero dovuto impegnarsi gretuitamente ricevendone meriti e critiche.
    Mi dispiace che nessuno di quelli che hanno epresso tali critiche in questo blog siano riusciti a trovare qualcosa di positivo da dire; in un paese in cui veramente tutto sembra secolarizzato.
    G. Galgiano x il Comitato Art. 1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo che forse il significato di quei commenti, presidente, è stato travisato o non compreso. Nessuno parla di illeciti,di illegale, si parla di modo, di modalità, di come si fa politica alla vecchia maniera, tanto che si dice che non c'è nulla di male, ma suscita stupore e sconcerto perchè qualche blog, che oggi pubblicizza tale modo, ha criticato aspramente chi in passato ha fatto identiche cose a quelle di cui si parla. solo per chiarezza.
      io al suo posto leggerei le critiche come una sorta di delusione e d'intralcio, quindi è giusto che chiarisca le idee a tutti; NON SARà FORSE CHE LA GENTE SI ASPETTAVA QUALCOSA IN PIU' DA QUESTO COMITATO? FORSE GIA' IL SEMPLICE FATTO DI NON DOVERE RIVEDERE CERTI VOLTI? NON SERVE DIRE CHE NON CI SONO AMMINISTRATORI DELL'ULTIMA LEGISLATURA, PERCHE' UNA SITUAZIONE CHE TOCCA IL QUASI FALLIMENTO DI UN COMUNE NON PUO' ASSOLUTAMENTE ESSERE STATA PRODOTTA SOLTANTO NEGLI ULTIMI 4 ANNI DI AMMINISTRAZIONE. su questo penso che possa essere daccordo con me.

      Elimina
    2. correggo: "COME UNA SORTA DI DELUSIONE E non DI INTRALCIO"; se è possibile, potete correggere voi blogger questa mia frase, vi ringrazio.

      Elimina
  28. I toni più moderati mi hanno indotto a ripensare al mio intento di tirarmi fuori dalla discussione.
    Vi voglio fare delle domande:
    Cosa significa per voi fare politica? (per me e impegno sociale)
    Che cosa c'entra il clientelismo becero, che tutti conosciamo e che io da sempre combatto mettendoci la faccia, con la disponibilità verso la gente? (per me non c'entra assolutamente nulla)
    E ancora non pensate che generalizzare nei giudizi alle persone sia una cosa sbagliata?
    Riguardo ai componenti del Comitato che ritenete non meritevoli, fate i nomi, tanto siete protetti dall'anonimato.
    Per quanto mi riguarda ho avuto sempre rispetto per chi si è impegnato in politica o nel sociale (che poi è la stessa cosa) comportandosi bene nei limiti del possibile.
    Di contro ho un giudizio fortemente negativo verso coloro che sentendosi migliori ( e magari lo sono in termini di capacità) degli altri se ne stanno alla finestra a dispensare giudizi morali, dimenticando che è un dovere civile di tutti quello di contribuire a migliorare la società dopo magari averne ricevuto, abbondantemente, di che vivere.
    La responsabilità del degrado sociale, in cui siamo precipitati, con le dovute proporzioni, coinvolge tutti anche voi.
    Non si contribuisce a lenire il degrado con il vostro anonimato.
    Invito tuttti a mettere da parte le chiacchiere e a misurarci o a collaborare con le cose concrete e reali, senza per questo essere tacciati di fare "clientele" o "politica" che ribadisco se finalizzate alla creazione del giusto consenso da utilizzare sempre per bene comune è da incoraggiare.
    Voglio fare, infine, un appello alla vostra onestà intellettuale affinchè da questa discussione (anche aspra) possa nascere qualcosa di veramente utile per Racalmuto.
    Mi farebbe piacere ( lo dico senza voler fare polemica), e penso anche a chi legge, se si inizziasse, con discrezione, a mettere la firma nei post dando un segnale di meturità al paese.
    G. Guagliano x il Com. Art. 1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo Signor Guagliano,
      l'iniziativa del Comitato appare a un racalmutese come me, che ha vissuto gran parte della sua vita nel millennio scorso al di fuori del paese, una iniziativa estremamente valida. Le persone che ne fanno parte sono ritenute non valide? Lo giudicheremo più in là in dipendenza delle attività e del livello delle proposte e delle realizzazioni, soprattutto di natura Politica (con la P maiuscola) e di natura Culturale (anche qui con la C maiuscola) che si riuscirà a portare avanti nell'interesse del bene comune.
      Cercate di realizzare con tenacia e saggezza le iniziative cercando di volgere lo sguardo lontano senza accondiscendere (anche in seguito a misere e plateali provocazioni) alla tentazione di guardare a terra vicino alle proprie scarpe. Il risultato sarebbe deludente.
      Buon lavoro.

      Elimina
  29. Risposta all'anonimo 14.54.
    Io non ho nessun dubbio per chi votare alle prossime elezioni. Indovina? Il comune e lo Stato sono una grande delusione.

    RispondiElimina
  30. Caro anonimo dell'11 dicembre ore 13:50, il libro "La fattoria degli animali" di Orwell sintetizza ciò che sta accadendo a Racalmuto. Non mi meraviglierei che domani, alcuni...... si alzassero in piedi camminando su due gambe. Cmq un pò di sana lingua italiana credo che ogni tanto faccia bene, la licenza poetica di COLLEGgIO DI GARANZIA credo che sia troppa, o è un rafforzativo della estrema garanzia? No, ci rinuncio a capire, mi è venuta una fortissima emicrania. Cordialmente
    DUCEZIO

    RispondiElimina